A sample text widget

Etiam pulvinar consectetur dolor sed malesuada. Ut convallis euismod dolor nec pretium. Nunc ut tristique massa.

Nam sodales mi vitae dolor ullamcorper et vulputate enim accumsan. Morbi orci magna, tincidunt vitae molestie nec, molestie at mi. Nulla nulla lorem, suscipit in posuere in, interdum non magna.

Daniele Vettorato: Pianificazione ed energia: un approccio basato sull’analisi delle interazioni tra morfologia insediativa e comportamento energetico degli insediamenti

tesi sostenuta _ L’ipotesi, sostenuta dalla vasta letteratura di riferimento presa in considerazione, è che esista una forte correlazione tra la morfologia inseditiva  (organizzazione fisica e funzionale) e il comportamento energetico degli insediamenti (domanda, efficienza, conservazione nell’uso e potenziale produttivo da energie rinnovabili).

campo entro il quale la tesi trova argomentazioni/confutazioni _ La riduzione delle emissioni di gas serra è definita dalla comunità internazionale come un obiettivo necessario a rallentare il cambiamento climatico globale.  Direttive ed accordi internazionali (Kyoto protocol, 202020EU etc.) auspicano ad una riduzione del consumo energetico.

E’ dimostrato che la maggior parte di queste  emissioni viene prodotta dall’uso di combustibili fossili nelle attività antropiche che si concentrano soprattutto negli insediamenti urbani. Più del 50% della popolazione mondiale vive oggi in insediamenti urbani contribuendo con più del 67% alla domanda di energia globale: il trend è in crescita. Numerosi autori si sono misurati negli ultimi anni con la ricerca di disegni urbani virtuosi dal punto di vista dei comportamenti energetici (efficienza, conservazione, produzione energetica)  ipotizzando alcune soluzioni progettuali e scenari di sviluppo. La maggior parte di questi contributi si ferma però agli aspetti teorici trascurando gli aspetti applicativi ed estimativi o è rivolta al disegno di nuovi insediamenti tralasciando gli insediamenti già esistenti. Mancano, infine, sufficienti casi di studio che possano validare o confutare queste teorie.

prospettive di lavoro _ Il lavoro di ricerca mira ad integrare il parametro “energia” negli strumenti di pianificazione urbana proponendo soluzioni applicative e progettuali rivolte soprattutto al tessutto insediativo esistente.

La metodologia parte dalla descrizione della forma urbana per sviluppare modelli analitici quantitativi per stimare:

–         l’influenza della morfologia insediativa sulla domanda/uso (efficienza e  conservazione) di energia;

–         l’influenza della morfologia inseditiva sull’offerta potenziale di energie rinnovabili presenti a scala locale.

Il metodo proposto è basato sull’analisi spaziale delle componenti fisiche e funzionali del sistema insediativo, sull’elaborazione di banche dati tradizionali ed innovative (i.e. LiDAR – Laser Scanner) e strumenti GIS ed è applicato ad un caso studio in Trentino: il sistema insediativo della Valsugana.

I risultati preliminari ottenuti sono molto interessanti e suggeriscono di continuare la ricerca in questo campo.

Le prospettive di applicazione della metodologia proposta si rivolgono alla definizione di nuove prassi e linee guida per la pianificazione urbana e il disegno insediativo che tengano in considerazione il parametro energetico attraverso l’analisi del caso di studio.

Daniele Vettorato, dottorando in Pianificazione Sostenibile / Ingegneria Ambientale, Università degli studi di Trento, Dipartimento in Ingegneria Civile ed Ambientale, daniele.vettorato@ing.unitn.it

Comments are closed.