A sample text widget

Etiam pulvinar consectetur dolor sed malesuada. Ut convallis euismod dolor nec pretium. Nunc ut tristique massa.

Nam sodales mi vitae dolor ullamcorper et vulputate enim accumsan. Morbi orci magna, tincidunt vitae molestie nec, molestie at mi. Nulla nulla lorem, suscipit in posuere in, interdum non magna.

Anna Todros: Il ruolo del progetto nella definizione di nuove forme di convivenza.

tesi sostenuta _ Numerosi studi – nelle nostre discipline, ma non solo – hanno documentato negli ultimi anni un ritrovato interesse nei confronti di posizioni che mettono al centro la comunità e posto l’accento sull’esperienza del multiculturalismo.

Nella società contemporanea, nonostante i consistenti processi di individualizzazione e frammentazione, le forme di comunanza restano numerose, e non necessariamente assumono i caratteri duri di alcuni approcci comunitaristi: assistiamo al contempo a forme più leggere di aggregazione locale, ad una nuova necessità e una ritrovata fiducia nei vantaggi della vicinanza.

Entro questo panorama è però possibile osservare una discrasia tra la molteplicità delle forme e la rigidità entro cui queste sono trattate: la casa sembra rimanere pressoché immutata, codificata in un modello ormai formalizzato da tempo, mentre il mutamento delle pratiche abitative si realizza essenzialmente attraverso una diffusa attività di reinterpretazione degli spazi, di piccoli adattamenti, di recupero di spazi “altri”.

La pluralità delle forme pone problemi di compatibilità/incompatibilità, riconfigurazione e tolleranza. Può venir espressa attraverso nuove forme di convivenza e diventa dunque fertile terreno di indagine entro cui interrogarsi sulla possibilità di instaurare un collegamento tra individualità e stare assieme.

La tesi che sostengo è che si possa usare la nozione, plurale e in un certo senso opaca, di convivenza per sondare e comprendere un po’ più a fondo l’abitare contemporaneo e le culture progettuali che ad esse si rapportano.

campo entro il quale la tesi trova argomentazioni/confutazioni _ Le nuove forme di convivenza possono darsi in modi e su piani diversi. Quelle che a me interessano attengono l’abitare. Sebbene questo termine circoscriva uno spazio concettuale e di pratiche assai ampio, costituisce nondimeno un campo delimitato entro il quale condurre la ricerca.

Il tema di ricerca è stato indagato attraverso l’esplorazione di tre casi, due torinesi ed uno ginevrino. Situazioni sintomatiche che riscrivono in modo differente la nozione di comunità.

prospettive di lavoro _ Il contributo che propongo nasce da una ricerca avviata due anni fa entro il dottorato di Pianificazione territoriale e politiche pubbliche del territorio presso lo IUAV di Venezia.

La mia ricerca personale si è inoltre intersecata con due differenti esperienze, maturate l’una per la Fondazione Braillard di Ginevra, l’altra avviata con il Politecnico di Milano su commissione del Plan Urbanisme Construction Architecture .

Anna Todros, Dottorato in Pianificazione territoriale e politiche pubbliche del territorio. IUAV, Venezia. XXIII Ciclo.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>