A sample text widget

Etiam pulvinar consectetur dolor sed malesuada. Ut convallis euismod dolor nec pretium. Nunc ut tristique massa.

Nam sodales mi vitae dolor ullamcorper et vulputate enim accumsan. Morbi orci magna, tincidunt vitae molestie nec, molestie at mi. Nulla nulla lorem, suscipit in posuere in, interdum non magna.

Barbara Lino: Mutare lo sguardo: le periferie da criticità a motori progettuali dell’innovazione urbana

tesi sostenuta _ Le pratiche e le esperienze più recenti nel campo della rigenerazione urbana ci propongono una riflessione-azione sulle periferie considerate non solo come concentrati di criticità, ma come risorse strategiche per la riqualificazione della città nel suo complesso, attraverso il riposizionamento del loro ruolo nella complessiva armatura urbana. Al confronto con parti della città più compatte e consolidate, alcune periferie da luoghi del degrado e dell’abbandono sembrano configurarsi come luoghi malleabili, con margini più ampi alla trasformazione e alla sperimentazione, anche grazie all’ampia disponibilità di spazi aperti.

Recenti esperienze mostrano le periferie come ambiti nei quali trovano feconda convergenza la sperimentazione di residenze eco-sostenibili, nuove pratiche d’uso dello spazio pubblico, nuove forme dell’abitare individuali e collettive, la promozione di politiche culturali, la delocalizzazione di funzioni urbane pregiate, la creazione di nuove centralità urbane.

“Metafora concreta” di un modello evolutivo in atto, esse si propongono oggi come riserva di risorse preziose (ecologiche, architettoniche ed immobiliari, sociali e culturali, luoghi abbandonati, aree industriali dismesse, etc.), come campi di sperimentazione per progetti, pratiche e politiche e come componenti attive di un nuovo “nuovo modello di città”.

 campo entro il quale la tesi trova argomentazioni/confutazioni _ Il contributo prende forma a partire dalle attività di ricerca svoltete sia nell’ambito della tesi di dottorato in Pianificazione Urbana e Territoriale, sia del programma di ricerca di interesse nazionale La “città pubblica”come laboratorio di progettualità. La produzione di linee guida per la riqualificazione sostenibile delle periferie urbane – finanziata dal Ministero dell’università e della ricerca. A partire dall’osservazione e dal confronto con alcune esperienze nazionali e internazionali di rigenerazione di quartieri di edilizia sociale in cui il progetto dello spazio pubblico e le esperienze delle pratiche e delle politiche hanno avviato processi virtuosi di trasformazione, i temi di indagine e le questioni vengono declinati, in un’ottica proattiva, attraverso il confronto con le realtà locali dei quartieri ERP Borgo Ulivia e Bonagia di Palermo.

 prospettive di lavoro _ Il progetto/processo di riqualificazione delle periferie inteso come un complesso integrato di piani, progetti e politiche deve lavorare su diverse scale e prospettive, integrando la dimensione macro degli interventi (lavorando su quelle “sinergie” e relazioni territoriali ad ampia scala capaci di ridefinire ed orientare i flussi urbani) e l’ottica micro del progetto di riqualificazione dei luoghi dell’abitare comune e della qualità dello spazio pubblico, inteso come risorsa strategica per la costruzione di nuovo paesaggio e di un nuovo senso del vivere insieme nelle periferie.

 

Assegnista di ricerca presso il Dipartimento Città e Territorio di Palermo, barbaralino@architettura.unipa.it

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>